Come guadagnare con un Blog nel 2017: La Guida

Se il tuo sogno è sempre stato quello di lavorare online e ti stai chiedendo come guadagnare con un blog nel 2017, allora sei nel posto giusto!

In questo articolo non mi perderò in chiacchiere inutili ed arriverò subito al sodo elencandoti tutti i migliori metodi per guadagnare online, che se applicati bene ti permetteranno di poter smettere di lavorare e riuscire a vivere di internet.

Nonostante tutte queste belle parole, devo farti una doverosa premessa: Niente si ottiene senza fatica, non credere alle persone che ti promettono guadagni facili in poco tempo, sono tutte falsità.

Come tutti i lavori, anche per questo serve molta passione, lavoro e perseveranza, solo chi ci crede fino in fondo riesce nel suo intento, tutti gli altri finiscono nel dimenticatoio.

Se consideriamo però la possibilità che in un futuro potremmo guadagnare anche grandi somme di denaro semplicemente scrivendo articoli sul vostro blog, direi che il gioco vale la candela e rischiare costa poco e niente.

Quindi bando alle ciance ed iniziamo!

Come guadagnare con un blog : La guida definitiva

Come guadagnare con un Blog

Se seguirai nel dettaglio tutto quello che ti dirò in questa guida, le tue possibilità di successo aumenteranno vertiginosamente, ma basta trascurare anche un solo punto e tutti i tuoi sogno potrebbero infrangersi.

Presta molta attenzione a tutto quello che ti dirò e cerca di seguire passo passo tutti i punti presenti nella guida, solo così riuscirai a monetizzare il tuo blog sul serio.

Prima di cominciare ti chiedo gentilmente di cliccare sul pulsante +1, ci vuole solo un istante e per me vale tanto! Grazie in anticipo!

1. Scegli la tua nicchia

scegli la tua nicchia

Questa è in assoluto la parte più importante di tutto il nostro percorso.

Spesso molte persone avviano un blog generico dove parlano dei fatti propri che a nessuno interessa.

È matematicamente impossibile monetizzare un blog del genere, a meno che tu non sia un personaggio già noto.

Per riuscire realmente a guadagnare con un blog devi scegliere una nicchia ben specifica in cui sei particolarmente preparato. Non parlare di argomenti a caso solo perché vendono, perderai solo il tuo tempo.

Scegliere la nicchia giusta oggi è fondamentale, molto più del passato, occhio però, considera che un argomento non è una nicchia, ma una parte di quell’argomento si.

Ti faccio un esempio :

  • Tecnologia = Argomento
  • Smartphone = Nicchia
  • iPhone = Nicchia specifica

Più sarai specifico nell’argomento che tratti più verrai ben visto dagli utenti e da Google stesso.

Una nicchia ben definita ti facilita di gran lunga la vita a livello SEO (se non sai cos’è ci arriveremo tra un attimo) sia lato credibilità, in quanto verrai identificato come esperto del settore, e questa è una cosa che piace un pò a tutti

Ogni nicchia può portare dei guadagni, l’importante ed essere ferrati nell’argomento e non prendere le persone per stupide, si accorgeranno velocemente se non sei realmente esperto in quel settore e tenderanno a non frequentare più il tuo blog.

Se non sai come scegliere la tua nicchia prova a dare un occhiata al mio articolo dove parlo dei vari metodi per avviare nuovi business, potresti avere delle ispirazioni.

2. Crea il tuo Blog

Crea un blogSo che potrebbe sembrare scontato ma se vogliamo realmente monetizzare il nostro blog ci sono alcuni accorgimenti che dobbiamo prendere per non trovarci in difficoltà successivamente.

Una volta scelta la tua nicchia iniziamo a creare il nostro blog.

In questo articolo non vi spiegherò come fare per creare un blog, ci vorrebbe troppo tempo, ma mi limiterò ad elencarci alcuni accorgimenti da prendere duramente la creazione dello stesso.

La maggior parte dei blog sono realizzati con WordPress, forse lo strumento migliore in circolazione, ma ne esistono anche altri.

Qualsiasi sia la piattaforma che utilizzerai, cerca di rispettare questi punti :

  • Acquista un hosting veloce e funzionale (io consiglio SiteGround)
  • Scegli un dominio semplice ma efficace affine alla tua nicchia
  • Scegli un tema professionale (Puoi comprarlo su ThemeForest)
  • Il sito dev’essere ottimizzato per il mobile
  • Ottimizzato per la SEO
  • Scrivi contenuti di qualità

Non farti spaventare da questa lista, è tutto più facile di quanto credi.

Per quanto riguarda l’hosting è fondamentale sceglierne uno di qualità, molto spesso si tende a trascurare questo aspetto. Se il vostro sito poggia s’uno spazio web di bassa qualità, l’intero sito sarà compromesso.

Io consiglio SiteGround e in quest’articolo puoi leggere le mie opinioni su questo hosting.

Su SiteGround sceglierete anche il dominio (tra l’altro in omaggio). Scriverò al più presto una guida su come scegliere il nome giusto.

Per quanto riguarda il template, è fondamentale sceglierne uno professionale in modo tale da non riscontrare problemi in futuro, ma anche per una migliore esperienza utente sul vostro sito.

Su ThemeForest troverete tutti i template che desiderate, già responsive ed ottimizzati per la SEO. Se non sai quale scegliere dai un occhiata al mio articolo “Temi WordPress Professionali“.

3. Porta traffico sul tuo sito

fonti di traffico

Questo è l’unico vero scoglio da superare, senza traffico è impossibile guadagnare, mentirei se ti dicessi che è semplice, non lo è, quindi cosa devi fare per ottenere del traffico sul tuo sito?

Ora ti elencherò tutta una serie di metodi efficaci, ma dovrai successivamente studiarli nel dettaglio uno ad uno se vuoi realmente riuscire in questa impresa.

Qui sul mio blog troverai molti articoli dettagliati su ogni singolo metodo.

SEO

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization che vuol dire semplicemente ottimizzare una pagina per i motori di ricerca.

Perche la SEO è importante?

È importante per riuscire ad ottenere del traffico organico ossia in maniera naturale.

Milioni di persone solo in Italia ogni giorno utilizzano Google per cercare quello di cui hanno bisogno, ma onestamente quanti di voi sono mai andati oltre la prima pagine dei risultati?

La SEO serve proprio a questo; Cercare di ottimizzare al meglio il tuo articolo (ma anche l’intero sito) affinché Google si accorga di te e decida di posizionarti in prima pagina.

Ovviamente è molto più facile a dirsi che a farsi, il lavoro del SEO è molto articolato e richiede molta pazienza e determinazione, ma se deciderai di cimentarti in questo campo potrai ottenere non pochi vantaggi, e il tutto in maniera gratuita.

Nella guida per essere primi su Google cerco di dare alcuni consigli avanzati su come riuscire in questa impresa, dacci un occhiata.

Riepilogando vediamo velocemente i vantaggi e gli svantaggi di questa tecnica :

PRO

  • Traffico organico di alta qualità
  • Relativamente costante nel tempo
  • Gratuito

CONTRO

  • Richiede molta esperienza
  • Necessita di tempo
  • Risultati non garantiti

SOCIAL NETWORK

La prima alternativa alla SEO sono sicuramente i Social Network.

I social sono diventati parte integrante della vita di ognuno di noi, quindi potete capire benissimo il loro potenziale.

Se siete particolarmente popolari su uno di questi social network, potrete usare questo strumento a vostro vantaggio per veicolare gli utenti sul vostro blog.

Se invece avete intenzione di crescere ma non sapete come fare vi consiglio di leggere le mie guide nella sezione social.

Puoi iniziare da quella su Facebook intitolata “Come avere successo su Facebook

PRO

  • Non richiede conoscenze specifiche
  • Gratuito

CONTRO

  • Non è facile crescere
  • Richiede del tempo

ADVERTISEMENT

L’ultima valida alternativa per portare traffico sul proprio blog è quella “advertisement” ossia la pubblicità a pagamento.

Ti sarai sicuramente già imbattuto nelle sponsorizzazioni di Facebook o negli annunci di Google, bene quelle sono tutte pubblicità a pagamento

Le persone stabiliscono un budget e pagano un tot. (solitamente pochi centesimi) ogni volta che qualcuno clicca sul loro annuncio.

Il discorso advertisement può diventare complesso se le vostre intenzioni sono quelle di fare sul serio.

Ho scritto una giuda Facebook Ads (le sponsorizzazioni di Facebook) molto dettagliata, ma se siete alle prima armi forse può risultare un pò troppo complicata.

PRO

  • Ricevi traffico immediato
  • Traffico targhettizzato per il tuo settore

CONTRO

  • È un servizio a pagamento
  • Per farlo in maniera ottimale serve una strategia

Qualsiasi sia la fonte di traffico che sceglierai,  il materiale presente su tuo blog dovrà essere interessante e di qualità, in modo tale che il  pubblico crescerà in maniera naturale nel tempo. Questa è una prerogativa presente su tutte le guide su come guadagnare con un blog.

Metodi di guadagno

Fare blogging

Creato il nostro blog, iniziamo a valutare tutti i metodi di guadagno possibili.

In questa sezione vi elencherò tutti i principali metodi di guadagno tramite un blog nel 2017, da quelli più semplici a quelli più complessi che vi permetteranno di guadagnare anche centinaia di euro al giorno.

Se vuoi saperne di più su come guadagnare online leggi il mio articolo “Come guadagnare su Internet

Se scegliere un solo metodo o usarli tutti insieme dipende da voi, l’importate che siano usati in maniera intelligente e funzionale.

1. Google Adsense

I banner di Google Adsense sono in assoluto i più conosciuti. Iscriversi alla piattaforma è gratuito e una volta compilati tutti i campi richiesti, in meno di un ora avrete a disposizione il codice per i banner da implementare nel vostro blog.

Inseriti i banner sul vostro sito riceverete una commissione per ogni persone che farà click sull’annuncio.

Le commissioni sono variabili, dipendono sopratutto dal tipo di annuncio, ma diciamo che in linea di massima variano mediamente dai 0,10 cent a fino ad un euro per click. Non male direi.

La cosa bella degli annunci di Goggle Adsense è che sono dinamici, ossia cambiano a seconda gli interessi dell’utente. Questo aumenta non di poco le probabilità di ricevere click.

PS. Non è possibile cliccare i propri annunci, rischio: ban dal servizio.

2. Banner Pubblicitari

Oltre ai banner di Google, è possibile inserire sul proprio blog anche “banner proprietari” ossia annunci pubblicitari forniti dalle aziende stesse.

Ad esempio se il tuo blog parla di videogiochi, una note casa produttrice di videogame, oppure un negozio come GameStop potrebbe proporti di inserire un loro banner sul tuo sito in cambio di un compenso.

Ovviamente puoi essere anche tu a proporti a determinate aziende, l’unico requisito è quello di poter garantire un numero di impressioni rilevante, il che vuol dire avere parecchio traffico sul proprio sito.

Nessuno accetterebbe di mettere banner su di un sito con poco o zero traffico.

Quanto si guadagna con questo genere di banner dipende dagli accordi presi con l’azienda stessa. Alcuni pagano un fisso al mese altri un tot. ogni mille visualizzazioni.

Se il tuo sito gode di tantissimo traffico organico puoi provare a proporre il tuo sito su portali specializzati come BuySellAds, aziende o privati ti contatteranno direttamente da questa piattaforma.

3. Affiliazioni

Le affiliazioni sono in assoluto il metodo migliore per guadagnare con un blog. Ma come funziona?

In pratica consiste nel promuovere e vendere il prodotto di qualcun altro. Un esempio su tutti è il programma di affiliazione di Amazon.

Leggi anche “Cos’è l’affiliate marketing e come funziona

Una volta essersi iscritti gratuitamente, protrai generare dei link nominali per ogni prodotto da te scelto tramite il pannello di controllo è successivamente inserirlo nel proprio blog.

Riceverete una percentuale ogni qual volta che qualcuno clicca sul vostro link ed acquista il prodotto. (nel caso di Amazon le commissioni vanno dal 5 al 10%).

Oggigiorno è possibile affiliarsi a quasi tutti i più grandi store online, ad ogni modo esistono network di affiliazione, pieni di aziende e prodotti da poter promuovere.

Le percentuali di commissione variano a seconda del network o dell’azienda e possono arrivare anche al 75%, praticamente guadagnate più voi che il proprietario.

Per promuovere un prodotto sul vostro blog, basta scegliere qualcosa di attinente alla tua nicchia e successivamente scrivere un bel articolo a riguardo, magari una recensione dettagliata, in modo tale da convincere l’utente a cliccare sul link ed acquistare il prodotto.

Esistono anche altre tipologie di affiliazione come quelle in CPA, ossia cost per action, dove verrete pagati per ogni azione compiuta dall’utente e non per ogni vendita.

Nella maggior parte dei casi si tratta di un iscrizione alla newsletter o l’aver scaricato un applicazione.

Ecco una lista dei principali network di affiliazione : Amazon, eBay, ClickBank, Ali Express, TradeDoubler, Max Bounty (CPA).

4. Vendere un info prodotto

Abbiamo visto come vendere prodotti di altri tramite le affiliazioni, ma perché non usare il proprio blog per vendere prodotti creati direttamente da noi?

Se siete esperti in un settore, provate a creare una guida in un ebook oppure un video tutorial e successivamente promuovetelo sul vostro blog.

Ecco alcuni portali che permettono di vendere info prodotti online : Udemy , Skillshare,  EnvatoYouClassMe e PiùChePuoi.

5. Newsletter

Che ci crediate o no ad oggi la newsletter è ancora uno dei metodi di vendita più efficaci.

Tramite le newsletter possiamo promuovere tutti i prodotti visti in precedenza, oppure potresti mettere a disposizione i tuoi contatti su siti come Udemi.

Esistono diversi modi per creare una lista contatti targhettizzati nel vostro settore, il più comune è quello di offrire un qualcosa in omaggio in cambio dell’email.

6. Offri servizi o consulenze

Fino ad ora abbiamo visto dei metodi su come guadagnare con un blog in maniera sostanzialmente passiva.

Ovviamente il tuo blog può benissimo fare da tramite tra te e potenziali clienti, offrendo servizi o consulenze specializzate in un determinato settore.

Il trucco sta nel creare un sito di qualità con articoli di qualità, tanto da attirare l’attenzione degli utenti e spingerli a contattarti per una consulenza.

Conclusioni

Riuscire a guadagnare su internet non è affatto facile come sembra, bisogna lavorare duro ed essere sempre focalizzati sull’obbiettivo. In realtà esistono anche altri metodi di guadagno ma questi sono in assoluti i più proficui ed efficaci.

Il mio consiglio è quello di iniziare un passo alla volta e non avere fretta, se il tuo blog è di qualità con il tempo arriveranno anche i primi guadagni.

Letture consigliate:

Se hai trovato l’articolo interessante ti chiedo gentilmente di cliccare sul pulsante +1, a te non costa nulla ma per me vale tanto! Grazie in anticipo 🙂

Ti invito a seguirci anche su Facebook.

Fabio Wild

Il mio nome è Fabio Wild, classe 1985, musicista e blogger da ormai una vita. Sin da subito ho capito che il futuro sarebbe stato online ed oggi aiuto persone e aziende a crescere sul web. Se vuoi conoscere meglio la mia storia ti rimando alla sezione "Chi Sono".

Potrebbe interessarti anche:

Un pensiero su “Come guadagnare con un Blog nel 2017: La Guida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi